I figli dello Stato

I besprizorniki nella letteratura sovietica per l’infanzia degli anni Venti e Trenta 
Open access files
Year
2024
Pages
198
ISBN
978-88-6938-397-7
Book series
Authors
La besprizornost’, ‘infanzia abbandonata’, ha rappresentato uno dei più gravi problemi sociali per l’Unione Sovietica. Lo stato sovietico cercò fin da subito di prendere le misure necessarie per contrastare il fenomeno e mobilitò risorse enormi con la richiesta che tutta la società si impegnasse nella lotta alla besprizornost’. Allo stesso modo la letteratura sovietica non poteva tralasciare la portata simbolica e sociale dell’infanzia abbandonata, anzi negli anni Venti e Trenta divenne un tema centrale nella letteratura per l’infanzia contribuendo a plasmare l’immaginario collettivo sui bambini di strada.  Questo saggio rappresenta uno dei primi studi che analizzano la besprizornost’ attraverso una prospettiva interdisciplinare approfondendo da un lato le rappresentazioni letterarie dell’infanzia abbandonata negli anni Venti e Trenta, dall’altro il dibattito sviluppatosi tra politici e pedagogisti sul ruolo dei besprizorniki nell’educazione sovietica. Ne esce un inedito ritratto della besprizornost’ che risuona particolarmente attuale perché ci restituisce uno straordinario spaccato socio-culturale dei primi anni dell’Unione Sovietica in grado di influenzare profondamente la cultura popolare.